Casse via mare

Casse di legno per trasporto via mare

 

Le casse via mare  per trasporto devono essere appositamente lavorati per il trasporto di merci per via marittima e via aerea.

 

La norma per le esportazioni prevede che le queste casse abbiano l’etichettatura ambientale. A tal proposito, nella nota di chiarimenti veicolata dal Ministero della Transizione Ecologica il 17 maggio 2021, si esplicita che per gli imballaggi neutri in generale, con particolare riferimento a quelli da trasporto e/o possibili semilavorati, visti i problemi si potrebbe delineare diversamente questa situazione delle etichette. Pertanto per questi imballaggi che fanno parte del canale B2B, l’identificazione del materiale di composizione dell’imballaggio può essere veicolato e comunicato dal produttore sui documenti di trasporto che accompagnano la merce oppure digitalmente.

 

Gli imballaggi destinati al B2B devono obbligatoriamente ripotare la codifica dei materiali di composizione in conformità alla Decisione 129/97/CE. Tutte le altre informazioni sono volontariamente applicabili.

 

Viene scelto il legno come materiale perché è capace di proteggere gli oggetti da urti, umidità, shock termici e fuoriuscite di liquidi. Però questo materiale per il corretto utilizzo deve essere fumigato, così non attira insetti e parassiti. Il marchio apposto sopra serve per indicare che è avvenuto questo trattamento.

 

La nostra azienda sceglie le migliori materie prime e soprattutto garantisce delle tempistiche impeccabili per la consegna dei materiali alle aziende b2b. 

 

La 3 Imballaggi Srl produce casse via mare, standard o con specifiche del cliente.

Possono essere pordotte con misure particolari in base al materiale che viene trasportato. 

 

Caratteristiche particolari in base alla richiesta del cliente, possono essere usati sacchi barriera termosaldati che servo a proteggere i materiali trasportati dalla salsedine, in caso di materiali ferrosi o elettrici.

 

Un'altra soluzione alla salsedine è quella del sacco in "VCI" che ha le stesse caratteristiche del sacco barriera ma non deve essere termosladato ma chiuso semplicemnte con dello scotch / nastro isolante.

 

Alle casse via mare puo essere aggiunto un sottocoperchio in plastica oppure un "cappuccio" per proggere la cassa da eventuali intemperie metereologiche. 

 

 

-  trattamento ispm 15 FAO

-  sacco barriera termosaldato o sacco in VCI

-  materiale anticorrosivo, sali disidratanti o attivatori chimici

-  eventuale cappuccio in plastica blu